SAGRA

DEL PEPERONE
31 Agosto - 02 Settembre / Carmagnola (TO)

SAGRA DEL PEPERONE


Non è necessario andare in Messico per appuntarsi sul proprio taccuino di viaggio le potenzialità divinatorie del peperoncino e la sua capacità di sviscerare l’animo umano.
Basta spostarsi in Piemonte, per la precisione nella ridente cittadina di Carmagnola a sud di Torino e perdersi in quella che è la fiera più importante sull’ortaggio principe di questa zona: il peperone nostrano. Verde, giallo o rosso, scegliete fra “il quadrato” (il “bragheis”), il “corno di bue” (il “lung”), la “trottola” e il “tumaticot”.
Un saporito e insolito biglietto da visita che il paese di Carmagnola offre alle centinaia di visitatori che arrivano ogni anno per ingozzarsi di peperonate, primi piatti tradizionali a base di peperone, panini farciti illegalmente e ogni altra delizia che potete immaginare. Pensate che nel 2010 si è arrivati alla peperonata più grande del mondo con 1,100 kg di puro piacere.
Una festa, che coinvolge tutti e vi porta a conoscere più da vicino un prodotto che sta per ricevere la denominazione di IGT.
Tenete libero dello spazio nel vostro bagagliaio: durante la fiera è possibile acquistare cassette di peperoni multicolor per riproporre a casa le ricette qui assaggiate.
E non lamentatevi per la digestione sempre un po’ difficoltosa: a fine pasto le 33 erbe di amaro Ramazzotti saranno un toccasana per il vostro stomaco. Si può quasi riniziare da capo.
Occhio però: non si garantiscono le medesime visioni profetiche che potete avere in Messico.

Il peperone di Carmagnola

Il peperone di Carmagnola è succoso, carnoso, sodo e profumato. Sembrerebbe quasi la descrizione di Sofia Loren invece parliamo di qualcosa che è ancora  meglio. Lo trovate in cinque varietà: il quadrato allungato o “Carmagnola” dalle tonalità gialle o rosse alternate da screziature di verde più o meno evidenti, il quadrato (il Bragheis) o più conosciuto come “Cuneo”, il Corno di Bue
(il Lung), per finire con la “Trottola” e il “Tumaticot”, perfettamente tondo, molto richieste da ristoranti e trattorie per la preparazione di delizie tipiche territoriali. Cen’è per tutti i gusti.

Curiosità

Città ricca di storia e fascino, Carmagnola è situata a sud di Torino, ai confini della “Provincia Granda” e con i suoi 96 chilometri quadrati è il secondo comune più grande per estensione della sua provincia. Oltre il peperone sapete qual è la sua più antica ricchezza? La coltivazione della canapa! Nei secoli scorsi e fino all’affermarsi delle tecnofibre la canapa era indispensabile per la marina, per le vele e soprattutto le gomene.
Carmagnola diventò il centro non solo di coltivazione, ma anche delle fasi di lavorazione e commercio verso la Liguria e la Francia, soprattutto Marsiglia.